Sturzo.itLuigi SturzoArchivio AndreottiEdu

Virginio Rognoni

Nasce a Corsico, in provincia di Milano, il 5 agosto 1924. Diplomato presso il Liceo classico UgoFoscolo di Pavia, già da giovane si distingue in attività antifasciste. Si laurea in giurisprudenza nel novembre del 1947 all'Università di Pavia. Diventato professore di Istituzioni di diritto processuale presso la facoltà di giurisprudenza dell'ateneo pavese, ha esercitato la professione di avvocato.

Esponente della Democrazia cristiana, è stato consigliere comunale a Pavia dal 1960 al 1964, vicesidaco e Assessore all'Urbanistica dal 1964 al 1967.

Successivamente, è eletto deputato alla Camera per sette legislature, dal 1968 al 1994. È nominato vicepresidente della Camera dal 1976 al 1878. Dopo le dimissioni di Francesco Cossiga da Presidente del Consiglio a seguito dell'assassinio di Aldo Moro, viene nominato Ministro dell'Interno, restando in carica dal 1978 al 1983.

Terminata l'esperienza di ministro, diviene presidente del gruppo parlamentare alla Camera della Democrazia Cristiana.

Viene nominato Ministro di Grazia e Giustizia nel secodo governo Craxi e nel sesto governo Fanfani (dal 17 aprile 1987 al 29 luglio 1987) e Ministro della Difesa nel sesto e settimo governo Andreotti (dal 26 luglio 1990 al 28 giugno 1992).

Nel 1994 aderisce al nuovo Partito Popolare italiano guidato da Mino Martinazzoli.

Dal 2002 al 2006 è vicepresidente del Consiglio Superiore della Magistratura. È stato, inoltre, Presidente della Commissione per i Diritti Umani della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Presidente della Società Nazionale di amicizia Italo-Araba, Presidente del Centro Nazionale di Prevenzione e Difesa Sociale di Milano e del centro culturale Giancarlo Puecher di Milano.